Dogane Nuovo Regolamento UE 608/2013 per il blocco delle merci contraffatte

settembre 03, 2013  |  Posted by thomas.contin  |  Commenti disabilitati su Dogane Nuovo Regolamento UE 608/2013 per il blocco delle merci contraffatte

image
È stato approvato il Regolamento UE n. 608/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 12 giugno 2013 relativo alla tutela dei diritti di proprietà intellettuale da parte delle autorità doganali, il quale abroga il regolamento (CE) n. 1383/2003 del Consiglio.

A decorrere dal prossimo 1 Gennaio 2014, il Regolamento dogane 2013 abrogherà e sostituirà, pertanto, l’attuale Regolamento CE 1383/2003.

Il suddetto Regolamento, così come la precedente normativa, consente ai titolari di diritti di proprietà industriale di intervenire tempestivamente affinché eventuali merci in grado di violare i propri diritti possano essere bloccate in fase di ingresso nel territorio dell’Unione Europea.
Mediante tale disposizione di legge è, dunque, possibile arginare la contraffazione prima che si propaghi nel territorio interessato.

Fra le più significative novità introdotte nel nuovo Regolamento,  vi è la possibilità di difendere attraverso il c.d. blocco doganale non solo marchi, brevetti e design ma anche la «denominazione commerciale, purché protetta come un diritto esclusivo di proprietà intellettuale ai sensi della normativa nazionale o dell’Unione».

Tra le merci sospette di violare un diritto di proprietà intellettuale rientrano anche «dispositivi, prodotti o componenti principalmente progettati, prodotti o adattati con la finalità di rendere possibile o di facilitare l’elusione di qualsiasi tecnologia, dispositivo o componente che, durante il suo normale funzionamento, impedisce o limita gli atti relativi a opere non autorizzati dal titolare del diritto d’autore o di qualsiasi diritto connesso e che riguardano un’azione che viola detti diritti in tale Stato membro; qualsiasi stampo o matrice specificamente destinato o adattato alla fabbricazione di merci che violano un diritto di proprietà intellettuale, se tali stampi o matrici riguardano un’azione che viola un diritto di proprietà intellettuale in tale Stato membro».

Allo stesso modo in cui accadeva in precedenza, sarà possibile richiedere l’intervento doganale sia a livello centrale, mediante una domanda unitaria, sia in una singola nazione, mediante una domanda nazionale.

Comments are closed.